Impartite le direttive per garantire lo svolgimento delle attività della Provincia di Caserta

0 194

Con il decreto presidenziale firmato in mattinata dal Presidente della Provincia di Caserta sono state impartite le direttive per garantire che le attività d’ufficio siano svolte nel rispetto delle prescrizioni contenute nel Decreto legge n. 18 del 17/03/2020 e dell’ordinanza del Presidente della Giunta Regionale Campania n. 19 del 20/03/2020, assicurando nel contempo l’obiettivo del massimo contenimento degli spostamenti nel territorio dei lavoratori dipendenti.

Abbiamo definito tutte le misure e le modalità operative  – ha dichiarato il Presidente, Giorgio Magliocca – per garantire lo svolgimento delle attività dell’Ente, in modo da assicurare al meglio i servizi istituzionali alla collettività, in questo particolare e delicato periodo di emergenza epidemiologica dovuta al Coronavirus”.

Le principali misure riguardano i seguenti ambiti:

  • i servizi qualificati come necessari a fronteggiare l’emergenza, consistenti nelle attività di competenza della Polizia Provinciale;
  • le prestazioni indifferibili da rendere in presenza sono individuate nelle attività svolte dai nuclei operativi di manutenzione della rete viaria e dei fabbricati provinciali, per le quali non appare possibile il ricorso al lavoro agile in considerazione della stessa natura delle attività svolte. In attuazione dell’ordinanza R.C. n. 19/2020, tuttavia, per gli interventi volti ad assicurare la messa in sicurezza e la funzionalità degli immobili e per quelli relativi alla manutenzione della rete viaria, i dirigenti competenti dovranno provvedere a valutare la differibilità delle singole lavorazioni o interventi in corso ovvero programmati. Per le lavorazioni differibili, devono essere disposti la messa in sicurezza e la chiusura temporanea del cantiere, da concludersi non oltre 5 giorni dalla data del presente decreto;
  • il servizio di accettazione della corrispondenza cartacea da parte dell’utenza è sospeso per tutta la durata di sospensione dell’apertura al pubblico degli uffici. Resta ferma la possibilità di ricevere corrispondenza tramite il servizio postale secondo modalità idonee e garantire la limitazione del rischio contagio, peraltro già previste dall’art. 108, 1° comma, del D.L. n. 18/2020, e sulla scorta delle ulteriori disposizioni operative che saranno assunte dal competente dirigente. È confermata inoltre la piena operatività della ricezione e dello smistamento della corrispondenza a mezzo Posta elettronica certificata;
  • per tutti altri gli ambiti organizzativi e le attività non ricomprese nei precedenti punti, i dirigenti competenti dovranno assicurare lo svolgimento della prestazione lavorativa in modalità agile, per l’intero periodo dell’emergenza, secondo quanto già disposto con Provvedimento Monocratico Presidenziale n. 45/2020, limitando la presenza del personale negli uffici per assicurare esclusivamente le attività ritenute indifferibili e che richiedono necessariamente la presenza sul luogo di lavoro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.