L’emergenza coronavirus a Napoli peggiora la vita dei senzatetto. Salvato un clochard di Piazza Rodinò

0 221

Diversi cittadini hanno scritto al Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli per aiutare il sig. Giovanni, un senza tetto che viveva per strada, su una sedia a Piazzetta Rodinò, rimasto senza cibo per diversi giorni a causa della mancanza di pasti delle mense per i poveri prese d’assalto e costretto al freddo.

L’emergenza Coronavirus ha aggravato la situazione già complicata dei tanti senza tetto che vivono per le strade di Napoli ed infatti le diverse comunità e i volontari che danno sostegno ai clochard e ai bisognosi hanno dovuto aumentare il ritmo di lavoro in questo periodo, come la Comunità di Sant’Egidio i cui volontari girano le strade della città deserta per distribuire pasti e coperte ai senzatetto.

“Mi sono attivato per mettere in moto un meccanismo di solidarietà e di aiuti. E così grazie all’intervento della comunità di Sant’Egidio, dei servizi sociali, delle istituzioni e di persone dal gran cuore il sig. Giovanni, ora, è ospitato in una strutta B&B, gli sono atto consegnati abiti puliti e medicinali. In questo periodo le associazioni ed i volontari stanno facendo di tutto per aiutare i bisognosi, per questo mi sento in dovere di ringraziali pubblicamente, oltre la Comunità di Sant’Egidio, la Caritas, la Comunità La Tenda e tanti altri stanno facendo un lavoro eccezionale. In questo momento difficile è molto importante occuparsi delle persone meno fortunate. In questo momento non solo servono aiuti economici e materie prime ma anche e urgentemente volontari.”- sono state le parole del Consigliere Borrelli .

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.