Il Duel Village inaugura la nuova stagione con Marcello Sannino e Ludovica Nasti

Il regista e l’attrice presenteranno il film ‘Rosa Pietra Stella’. Sabato 12 settembre alle ore 18,30 in via Borsellino a Caserta

0 86

Saranno il regista e documentarista Marcello Sannino e l’attrice rivelazione della serie tv ‘L’Amica geniale’, Ludovica Nasti, i primi ospiti della nuova stagione cinematografica del Duel Village di Caserta. L’appuntamento è fissato per sabato 12 settembre alle ore 18,30. I due artisti incontreranno il pubblico in sala prima della proiezione del film ‘Rosa pietra stella’, esordio nel lungometraggio di finzione per Sannino che ha riscosso un notevole successo all’International Film Festival di Rotterdam, al Giffoni Film Festival e alla Mostra internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro. Nel cast, oltre alla talentuosa Ludovica Nasti, anche Ivana Lotito (Gomorra – La serie, Squadra Antimafia, Immaturi – La serie) e Fabrizio Rongione (Il Primo re, Diaz, La prima linea, Rosetta).  Un film che, partendo dal ritratto di una donna – bella, tenace, indomita – e dal legame burrascoso con la figlia, offre molti spunti di riflessione sui temi della povertà, del disagio sociale, della condizione femminile, del precariato. E non solo. Una storia, quella di Carmela, la protagonista, che rispecchia la vita di tante donne che si ritrovano sole, spaesate, spesso costrette a prendere decisioni drastiche o a vivere in una posizione marginale. Prodotto da Antonella Di Nocera (Parallelo 41), Gaetano Di Vaio e Giovanna Crispino (Bronx Film) e Pier Francesco Aiello (PFA Films) con Rai Cinema e con il contributo di MIBACT-Dg Cinema e Audiovisivo, Regione Campania e Film Commission Regione Campania e distribuito da PFA Film, ‘Rosa pietra stella’ è ambientato quasi interamente nel centro storico di Napoli e a Portici. Il titolo è un omaggio al verso della celebre canzone di Sergio Bruni, ‘Carmela’. Il film è già in programmazione al Duel Village. Tutti i giorni alle ore 18,30.

 

SINOSSI

Carmela è una giovane donna, bella e indomita come un’amazzone, tira avanti giorno per giorno con lavori precari e vane ambizioni, finché non le capita, per conto di un avvocato, di fare affari con gli immigrati clandestini che popolano i vicoli del centro antico di Napoli. E’ stata una madre poco presente di una bambina di undici anni, Maria, ma ora vuole rimediare, assumersi le proprie responsabilità e vivere la sua maternità. Conosce Tarek, un quarantenne algerino, e lo travolge nella sua lotta per trovare un equilibrio, una vita.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.