Ex Hotel Houston finisce all’asta. Senatore Santillo (M5S): “E’ una bomba alle porte della città”

0 1.141

CASAGIOVE (Caserta) – È stata fissata a marzo la vendita giudiziaria del fatiscente ex “Hotel Houston”, immobile sito all’uscita del casello autostradale di Caserta Nord e ricadente nel Comune di Casagiove. L’asta per la vendita riguarda il compendio immobiliare suddiviso in n.3 lotti che nello stato in cui verte è stato definito “una vera bomba sociale alle porte della città di Caserta”. A dichiararlo è il senatore del Movimento 5 Stelle Agostino Santillo, che in questi mesi sta seguendo gli sviluppi dell’area urbanistica in evidente stato di abbandono e forte degrado. Nel corso del tempo infatti la struttura è anche diventata una sorta di discarica a cielo aperto, oltre che oggetto di un’asta giudiziaria.

Il senatore Santillo aveva promosso lo scorso 25 gennaio una visita istituzionale alla quale aveva partecipato il sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia, che nell’occasione fu accolto dal Sindaco di Casagiove, Giuseppe Vozza, e dal parroco attivista della Chiesa di San Michele, don Stefano Giaquinto, interessati ad un recupero del bene immobiliare per la sua posizione strategica all’ingresso della città di Casagiove. La visita dello scorso 25 gennaio, secondo le dichiarazioni del senatore Santillo – “tra le altre cose, voleva confermare la presenza e l’interessamento diretto dei rappresentanti dello Stato su questo territorio”.
“Come spesso accade – continua il senatore pentastellato – al degrado urbano segue il degrado sociale: per questo, il nostro migliore auspicio è quello che quest’area trovi al più presto un nuovo proprietario interessato al recupero della struttura, con il quale dialogare insieme alle parti sociali ed eliminare una volta per tutte per lo scempio al quale siamo costretti ad assistere negli ultimi anni. Continuerò – ha concluso – a seguire con grande attenzione la vicenda”.

L’ex Hotel Houston, ricordiamo, fu sequestrato il 15 maggio del 2018 dai carabinieri di Casagiove che eseguirono il decreto emesso dall’Ufficio GIP del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere su richiesta della Procura sammaritana, per i reati di omissione di lavori in edifici o costruzioni che minacciano rovina. Il provvedimento fu adottato all’esito degli accertamenti delegati ai militari dell’Arma, con il supporto del Comando provinciale dei vigili del fuoco di Caserta, essendo stato accertato Io stato di degrado dell’intera struttura alberghiera.
L’esecuzione giudiziaria senza incanto dei beni posti in vendita è prevista per il prossimo mese di marzo e avverrà nelle seguenti modalità:
Lotto 1 – il giorno 05 marzo 2021 alle ore 12,00 presso lo studio del curatore fallimentare nominato dal Tribunale di Napoli Nord, si procederà alla vendita del bene immobile (lotto 1). Si precisa che tale immobile è sottoposto a sequestro penale
da parte del Procura della Repubblica di S. Maria Capua Vetere per problemi di messa in sicurezza per tutela dell’incolumità pubblica. Prezzo base d’asta Euro 2.442.400,00

Il giorno 24 marzo 2021 alle ore 12,00 presso lo studio del curatore fallimentare in Napoli, si procederà alla vendita dei beni immobili (lotto 2 e 3).

Lotto 2) Compendio immobiliare destinato ad attività commerciale-produttiva. Si
precisa che tale immobile è sottoposto a sequestro penale della Procura Repubblica S. Maria Capua Vetere per problemi messa in sicurezza per l’incolumità pubblica. Prezzo base d’asta Euro 1.079.464,00
Lotto 3) Edificio attività commerciali – Prezzo base d’asta Euro 670.494,49
Si precisa che sui predetti immobili, grava ipoteca giudiziaria da parte del Monte dei Paschi di Siena.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.