Campolattaro, la diga protagonista con il Festival dell’acqua e degli sport acquatici

0 108

Per il secondo anno consecutivo la diga di Campolattaro (BN) sul fiume Tammaro ospiterà giochi acquatici.

Sabato 18 e domenica 19 giugno 2022 è in programma sul lago artificiale di oltre 7 chilometri quadrati con una capacità di oltre 100 milioni di metri cubi d’acqua, il Festival dell’acqua e degli sport acquatici. Il Festival, promossa dalla Asea, Società partecipata della Provincia di Benevento, gode del patrocinio della stessa Provincia, dei Comuni di Benevento, Campolattaro e Morcone, del Comitato provinciale Coni e dalla Associazione Canoa Vela di Campolattaro.

Moderata dal giornalista della “Gazzetta dello sport” Domenico Zappella, presso la Sala Consiliare della Rocca dei Rettori, si è oggi svolta una Conferenza Stampa con la partecipazione dell’assessore comunale di Morcone al turismo e sport, Giuliana Ocone, di Pasquale Narciso, sindaco di Campolattaro, di Clemente Mastella, Sindaco di Benevento, di Nino Lombardi Vice Presidente della Provincia, di Armando Rocco, Presidente facente funzioni dell’Asea, di Mario Collarile, Delegato provinciale del Coni, di Simone Paglia Presidente dell’Associazione Canoa e Vela di Campolattaro, e, in collegamento video dalla Spagna, di Riccardo Romano, Campione italiano di nuoto pinnato.

Mentre da anni è attiva l’Oasi del WWF di Campolattaro, i giochi acquatici stanno ormai diventando, su iniziativa della Società partecipata Asea, un appuntamento rilevante ed irrinunciabile per il territorio e per la stessa comunità locale che si sta riappropriando di un’ampia area che per tanti anni è stato praticamente preclusa.

La creazione dell’invaso artificiale costituisce già una ricchezza straordinaria per la vallata del Tammaro, come dimostrano alcune attività imprenditoriale legate al turismo sul lago: l’accesso nell’area in questo mese di giugno di sportivi ed accompagnatori nelle giornate di gara, come ha sottolineato ad esempio Narciso, Sindaco di Campolattaro, ha portato già al “sold out” per tutte le strutture ricettive locali e per il comprensorio dell’Alto Tammaro. Sulla stessa linea l’assessore Aucone di Morcone che ha sottolineato il valore di una sinergia istituzionale tra tutte le istituzioni e le associazioni al fine di valorizzare le opportunità e le eccellenze locali.

Il Delegato provinciale del Coni, Mario Collarile, ha sottolineato l’opportunità per il territorio di promuovere una rete di eventi legati alle discipline sportive acquatiche potendo contare il Sannio su ben 8 laghi che costituiscono altrettanti campi di gara, ma anche attrazioni turistiche.

Il programma dell’iniziativa promossa sul lago di Campolattaro dall’Asea è stata illustrata sia dal Presidente dell’Associazione Canoa e Vela di Campolattaro, Paglia, che dal presidente facente funzioni dell’Asea Rocco, che ha sottolineato il grande impegno anche da parte dei volontari per le straordinarie potenzialità anche di natura paesaggistica che il lago artificiale offre.

Il Sindaco Clemente Mastella ha definito l’iniziativa di grande valore e destinata a portare sullo scenario non solo l’area dell’Alto Tammaro, ma anche al Sannio tutto, a patto che si riesca a fare rete e sinergia. “E’ necessario promuovere iniziative e dare slancio alla progettualità in questo periodo storico caratterizzato dalle opportunità che offre il PNRR”, ha sottolineato Mastella.

“Incrociare le eccellenze del Sannio”. È questo il claim lanciato dal Vice Presidente Nino Lombardi. “Incrociare per fare massa critica, rifiutando l’atavico assistenzialismo invocato dalle aree interne, facendosi avanti con proposte di sviluppo sostenibile e duraturo e sollecitando la partecipazione di tutti i soggetti istituzionali, lasciando da parte i municipalismi per puntare su un’identità condivisa e partecipata.

«Sulla diga di Campolattaro — ha affermato Lombardi — la Provincia ha visto lungo, creando negli anni, anche con l’istituzione della società partecipata Asea, le premesse per andare oltre il puro possesso dell’acqua come materia prima e raggiungere gli odierni risultati che la vedono al centro di ingenti finanziamenti, sia per gli scopi irrigui che per la potabilizzazione in favore dell’intero territorio provinciale e di quello regionale. Ciò — ha proseguito il vicepresidente Lombardi — deve riempirci di orgoglio senza rinunciare a ulteriori passi in avanti, a cominciare dal contratto dei laghi e dalla sistemazione organica dei corsi fluviali.

«Le attività sportive in programma il 18 e il 19 giugno, così lodevolmente organizzate, sono — ha concluso — la dimostrazione che si può fare rete tra comuni, associazioni e cittadini anche per sostenere il comparto turistico, all’indomani di quello che è stato il momento più buio del secolo».
Il Campione italiano di nuoto pinnato, il campano Riccardo Romano ha dal canto suo ricordato brevemente le tappe della propria storia sportiva e i prossimi, prestigiosi impegni che lo attendono per difendere i colori nazionali.

Questo il programma degli eventi sportivi sul lago di Campolattaro, ma anche molte manifestazioni collaterali. Si comincia alle 10 di sabato e fino alle 18 con il Campionato regionale Velocità Canottaggio categoria 500 metri e 200 metri. Nella serata di sabato sono ancora in programma i Trofei regionale ed interregionale Csen di nuoto categoria 800 metri m, kitesurf, Freestyle sportivo. Nella stessa giornata sono previsti come eventi collaterali visite guidate alla diga di Campolattaro, lo Street food di campagna amica della Coldiretti, la visita guidata all’Oasi del WWF di Campolattaro ed infine alle 21le Fontane Danzanti sulla diga.

Domenica con inizio alle 9.00 è in programma il I Trofeo Asea di Pallanuoto con la sfida tra le rappresentative regionali della Campania e del Molise. Alle 10 invece si svolge il Campionato regionale di velocità canottaggio nelle categorie 500 e 200 metri, nonché 5000 e 2000 metri.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Ho letto e accetto Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.