Consiglio comunale, Speranza per Caserta: Maggioranza inefficiente e incapace

Sono i casertani a pagarne le massime conseguenze

0 544

CASERTA – Lassenza in aula della maggioranza nel Consiglio Comunale del 5 giugno ha dimostrato ai casertani, ancora una volta,  che questa città è completamente abbandonata a se stessa. Un Sindaco che non è in grado di tenere a freno la sua maggioranza non ci sorprende. Ela terza volta consecutiva che capita, a Caserta, grazie alle scelta degli elettori di sostenere maxi coalizioni destinate a franare nel giro di due anni. Così dopo Petteruti e Del Gaudio è la volta di Carlo Marino che, incapace di soddisfare tutte le esigenze delle 9 liste che lo hanno sostenuto, comincia oggi la sua personale discesa allinferno tra mezzi rimpasti e promesse mancate. Questo è anche linferno dei casertani che si godranno la terza amministrazione fallimentare (da loro scelta) e il secondo dissesto con tasse al massimo e servizi inesistenti. Le strade sono a pezzi e il verde pubblico è abbandonato allavvio di unestate che si annuncia bollente. I signori consiglieri di maggioranza, invece di lavorare per il bene comune, sono alle prese con le richieste, le rivendicazioni, le promesse mancate e i mezzi rimpasti che hanno trasformato la ‘giunta delle eccellenzein un governo dellinefficienza e dellincapacità attestata non da Speranza per Caserta ma dai verbali dei Revisori dei Conti, dai provvedimenti della Corte dei Conti e del Ministero dellEconomia. Avevamo previsto tutto due anni fa, quando in campagna elettorale chiedemmo un voto di discontinuità rispetto alle cattive pratiche politico-amministrative che avevamo visto allopera. Non è bastato, evidentemente, fare la conta delle malefatte passate. Marino ha prevalso con il suo cambiamento posticcio e oggi, e ancora per i prossimi anni, ne pagheranno le conseguenze tutti i casertani.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.