Disciplina per l'attività di agriturismo, Mortaruolo: “L'obiettivo è portare in Aula un testo condiviso”

Il vicepresidente: “La Regione Campania vede nelle attività agrituristiche un importante strumento per la valorizzazione delle aree interne”

0 437

Il Consigliere regionale e Vicepresidente della Commissione Agricoltura della Campania, on.le Erasmo Mortaruolo ha presieduto questa mattina le tre audizioni programmate su importanti proposte di legge assegnate alla VIII Commissione consiliare: sulla disciplina per le attività di agriturismopromossa dal vicepresidente, Erasmo Mortaruolo; sul sostegno alla castanicoltura e sulla gestione faunistico-venatoria del cinghiale a firma del presidente della Commissione, Maurizio Petracca.
“Con il supporto delle organizzazioni di categoria e con gli operatori vogliamo colmare un importante vuoto normativo” ha dichiarato Mortaruolo.

In riferimento alla proposta di legge sugli agriturismi, il vicepresidente Mortaruolo ha poi aggiunto: “Vogliamo portare in Aula, grazie al contributo di tutti e entro la fine dell’estate, un testo che sia condiviso, bilanciato e che contenga all’interno gli interessi veri degli agricoltori e di chi fa agriturismo nella nostra regione. I punti di forza di questa legge sono la connessione molto forte con il territorio, la sua ruralità, la valorizzazione dei prodotti tipici. Siamo già arrivati al dettaglio e dobbiamo ora discutere la proposta di legge articolo per articolo con una concertazione più ampia possibile partendo dalle osservazioni che verranno formulate”.

“Questa proposta di legge – spiega Mortaruolo – ha l’obiettivo di promuovere le attività agrituristiche che costituiscono non solo una buona fonte d’integrazione al reddito agricolo, ma anche un fattore trainante nell’ambito dello sviluppo delle aree rurali in termini oltre che economici anche della tutela dell’ambiente e della crescita e rivitalizzazione socio economica del mondo rurale. La funzione dell’agriturismo è fondamentale perchè rappresenta una nuova attività multifunzionale, affine a quella agricola, in grado di meglio utilizzare, valorizzare e promuovere le risorse produttive ed umane aziendali e quelle presenti negli ambiti rurali nei quali si esplica”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.