Ciclismo, successo per la terza edizione della Medaglia d’oro. Serulo FCI: organizzazione perfetta

Gara entusiasmante per le difficoltà tecniche del percorso e soprattutto per la bravura degli atleti in gara. Cresce sempre di più il Ciclismo in Terra di Lavoro. Società Ciclistiche sempre più all’avanguardia.

0 889

Santa Maria Capua Vetere: si è conclusa con enorme successo organizzativo e di pubblico, la terza edizione della Medaglia d’oro Antonio Busico, gara ciclistica su strada per allievi, dedicata al compianto campione Antonio, scomparso prematuramente in un’incidente stradale. La stessa è stata valida quale prima prova dello storico, prestigioso ed importante premio Antonio Leggiero challenge promossa ed organizzata dal Comitato Provinciale di Caserta della Federciclismo. Organizzata dall’ASD Nuovo Pedale Sammaritano sotto la competente regia di Roberto Addonisio, Salvatore Busico e Raffaele Saldamarco che sono stati protagonisti assoluti di quanto di bello ed entusiasmante è avvenuto, insieme ad uno staff superior. Una percorso di gara bello, affascinante e molto tecnico, partenza all’ombra dell’Anfiteatro Campano, che nei suoi successivi 75.800 Km, la kermesse ha visto attraversare i comuni di: Capua – S.Angelo in Formis, Bellona, Pontelatone, Liberi (GPM Marco Pantani), Treglia, Piana di Monte Verna, una  gara vera, con una media altissima, Km/h 37.800. A trionfare solitario, Luca Russo, alfiere della D’Aniello Team Cycling Wear, piazza d’onore per Immanuel D’Aniello dello stesso Team (vincitore della passata edizione) a completare il podio Giuseppe De Laurentiis dell’ A.C.D. Guarenna.  Iscritti 58, partiti 51, arrivati 33, ritirati 18. Presente alla riunione tecnica e al seguito della gara, il Presidente della Federciclismo Campania Giuseppe Cutolo che nel suo intervento ha elogiato l’organizzazione per quanto fatto. Ad accompagnarlo Antonio Curcio e Domenico D’Agostino Resp. Categoria Allievi Federciclismo Campania. Direzione di Gara Giordano –  Serulo.  Scorta Tecnica Aluisio – Nacca. Radiocorsa a cura di Massimo Pisani. Collegio di Giuria Viggiano, Smarra, Smarra. Presente altresì anche il presidente della commissione Giudici Gara della Federciclismo Campania, Antonino Ciddio.  L’Anfiteatro Campano, ha fatto da cornice esaltante alla commovente e spettacolare cerimonia di premiazione alla quale ha preso parte l’assessore allo sport del Comune di S.Maria C.V., il Papà di Antonio, Franco Busico con l’intera famiglia, il Presidente Provinciale di Caserta FCI Antonio Giordanocon il Vice Luigi Cinone ( anche Spiker della manifestazione), Il Presidente della Società Organizzatrice Tullio Petrella, Il Presidente Onorario Giovanni Petrella (procuratore FCI), Giuseppe Serulo Comp. SAN – Federazione Ciclistica Italiana e il Coordinatore della Struttura Tecnica della Federciclismo Campania salvatore Balestriere e il Segretario dell’ASD Maria SS. della Libera e S.Tammaro Giuseppe Vastante.

Una giornata fantastica sotto il profilo tecnico – organizzativo e dello spettacolo, dice Giuseppe Serulo, Componente del SAN- Federazione Ciclistica Italiana, vedere un’organizzazione strutturata e curata nei minimi particolari e degno di plauso e grande considerazione. Una gara eccellente in tutti i sensi onorate appieno tutte le aspettative. Un ringraziamento agl’organizzatori ma anche e soprattutto alle forze dell’Ordine, ai Comandi di Polizia Locale alla Protezione Civile e a tutti i volontari che con grande affetto e passione hanno collaborato egregiamente alla bella riuscita della manifestazione. Il caro Antonio è stato ricordato con affetto, rispetto e commozione. Una stella splendente per la sua educazione, bravura e talento.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.