Giornate FAI d’autunno, la Scuola Specialisti ha aperto il sacrario dell’Aeronautica Militare

La manifestazione si è svolta in tutta Italia per celebrare i cento anni della traslazione della salma del Milite Ignoto

0 236

Caserta, 18 Ottobre 2021 _ Si è appena conclusa la decima edizione delle Giornate FAI di Autunno, la due giorni di eventi che ha portato migliaia di persone nei siti del Ministero della Difesa e delle Forze Armate italiane, alla scoperta di piccoli e grandi tesori del nostro Paese spesso poco conosciuti.

Circa 600 luoghi in 300 città d’Italia generalmente inaccessibili sono stati aperti in via del tutto eccezionale dal FAI. Di questi 42 siti militari, aperti per celebrare i cento anni della traslazione della salma del Milite Ignoto, una serie di eventi commemorativi che culmineranno il 4 Novembre, giorno dell’Unità nazionale e giornata delle Forze Armate con una cerimonia presso l’Altare della Patria, a Roma.

Tra i vari siti militari scelti per l’occasione, a Caserta è stato reso disponibile dalla Scuola Specialisti A.M., retta dal Col. Roberto Impegno, il Sacrario ai Caduti dell’Aeronautica Militare, posizionato all’ingresso dei Giardini della Flora a pochi passi dall’entrata del Palazzo Reale della Reggia di Caserta attualmente gestito all’Associazione nazionale famiglie e caduti e mutilati dell’Aeronautica Militare (ANFCMA). La visita guidata all’interno della chiesetta consacrata a Santa Filomena è stata possibile grazie alla collaborazione dei militari dell’Arma Azzurra, della Delegazione FAI di Caserta e degli studenti del Liceo Statale A. Manzoni di Caserta, coordinati dalla Prof.ssa Donatella Sandias e coadiuvati dalle Prof.sse Anna Ventriglia, Andreina Pascarella e dal Prof. Paolo Palumbo, che da sempre collaborano fattivamente con la Delegazione, grazie alla disponibilità della Dirigente Scolastica Prof.ssa Adele Vairo.

Le giornate FAI hanno rappresentato per i cittadini campani e per i turisti che si sono recati nel fine settimana in visita al Palazzo Reale di Caserta, un’occasione unica per visitare un luogo di rara bellezza ma anche dal profondo valore storico e culturale per la comunità.

L’apertura del Sacrario Militare A.M. è stata infatti occasione per ricordare, tutti i caduti dell’aviazione militare, molti di loro nati a Caserta o nella provincia di Terra di Lavoro. Fra questi, all’interno del Sacrario di Caserta è commemorato anche “il primo pilota d’oro” ovvero il Maggiore Oreste Salomone, nato a Capua nel 1879 che è stato il primo a ricevere il più alto riconoscimento tributato ad un pilota militare, “la Medaglia d’oro al Valore Militare”. Durante il primo conflitto mondiale, il 18 febbraio 1916, all’altezza della selva Terriova, il pilota dopo una ricognizione aerea, benché colpito a morte, riuscì con eroici sforzi e sotto il continuo fuoco nemico a riportare in territorio italiano le salme dei due compagni di volo, uccisi durante la missione ed il veicolo, evitando di cadere nelle mani nemiche.

Le Difesa dispone di un patrimonio artistico ed architettonico di grande valore, in grado di  raccontare il Paese attraverso la storia delle Forze Armate. Essi rappresentano un tangibile strumento per ricordare e tramandare alle nuove generazioni valori e tradizioni italiane.

La Scuola Specialisti è un Istituto militare di istruzione per le attività di formazione basica iniziale, formazione tecnica specialistica, addestramento, aggiornamento, specializzazione, qualificazione e riconversione del personale dell’Aeronautica Militare, delle Altre Forze Armate, Corpi Armati e non dello Stato, nonché di personale di Forze Armate estere. Dipende dal Comando delle Scuole/3^ Regione Aerea con sede a Bari.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Ho letto e accetto Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.